Richard Wrights, 1943-2008

settembre 16, 2008

Muore oggi 15 Settembre 2008 lo storico tastierista dei Pink Floyd, co-fondatore del gruppo.
Per una volta Ubuntu Lontano si occuperà anche di musica, i Pink Floyd sono il gruppo preferito del suo autore (io).
Wrights è l’autore (o co-autore) di molte delle più famose e più apprezzate canzoni dei Floyd, quali: Us and Them e The Great Gig In The Sky (The dark side of the moon), Shine on you crazy diamond (Wish you were here).
Le incredibili scelte stilistiche effettuate da Wright nel ruolo di compositore hanno caratterizzato fortemente lo stile peculiare del gruppo, non contento della sola attività di co-autore, compositore e musicista, Richard mette al “servizio” del gruppo anche la propria voce; magistrale l’interpretazione, come voce solista, di “comfortably numb” nell’Ottobre 2002.
Richard Wright va a raggiungere il compagno, Syd Barret, morto il 7 luglio 2006.
Al momento i membri dei Pink Floyd ancora in vita sono: David Gilmour (chitarra e voce), Roger Waters (basso e voce), Nick Mason (batteria).
Nel ’75 i compagni scrivono all’amico impazzito (Barret) un album a lui dedicato (Wish you were here), ed è forse riascoltando tutti i brani dell’album (ma soprattutto le due canzoni più famose: Shine On you Crazy Diamon e Wish you Were Here) che possiamo dire addio ad uno dei padri fondatori dei Pink Floyd e ad uno dei più innovativi e geniali compositori degli ultimi due secoli.

yuzo @ Richard Wright, Pink Floyd

Annunci

Wine (windows emulator)

settembre 6, 2008

Volete utilizzare i vostri programmi preferiti (che usavate in windows) senza dover cambiare partizione o senza dover cambiare Sistema Operativo?
Wine è la risposta a tutti i vostri problemi; Wine è un emulatore di windows che permetterà alla maggior parte dei programmi per windows di funzionare sul nostro sistema.
Anche molti giochi sono installabili tramite wine perciò anche i più appassionati videogamers potranno essere appagati.
Installare Wine è veramente immediato, apriamo il terminale e digitiamo:

sudo apt-get install wine

lasciamo che il processo di installazione faccia il suo corso dopodiche avremo a nostra disposizione le funzionalità di Wine.
Wine si presenta come una nuova voce nel pannello “applicazioni” (in xubuntu i programmi installati sotto wine sono alla voce del menù “Altro”).
Il processo di installazione di programmi con wine è uguale a quello che seguireste in windows:
o inserite il CD del programma e installate
o eseguite il file installer (nomeprogramma.exe)

yuzo @ Ubuntu, Wine

ADD: Non tutti i programmi possono funzionare con Wine, appena la trovo inserirò una lista con tutti i programmi disponibili.
Anche i programmi che riuscirete ad installare a volte potrebbero funzionare con un po’ di lentezza.

Limewire

settembre 1, 2008

Limewire è uno dei più famosi programmi di sharing di audio, video, files e quant’altro; vediamo come installarne una versione per il nostro Ubuntu 8.04.
L’installazione richiede un minimo di pazienza perchè bisogna seguire l’installazione da terminale.
Incominciamo con l’installare le librerie java necessarie a far girare Limewire: L’installazione è per versione 8.04 (Ubuntu, Xubuntu, Kubuntu). Digitiamo da terminale:

sudo apt-get install openjdk-6-jre-lib

Una volta installate le librerie è ora di installare il programma vero e proprio.
Scaricate da questo; indirizzo il pacchetto .deb del programma e una volta salvato sul proprio pc apritelo (si aprirà in automatico con GDebi). Mentre installa il pacchetto cliccate sulla freccetta accanto alla scritta terminale in modo che possiate vedere le operazione su una scheda di terminale.
Avete ora installato sul vostro pc Lime Wire (Applicazioni —> Rete —> Limewire). Enjoy

yuzo @ Ubuntu 8.04 Hardy Heron

Skype!

giugno 8, 2008

Uno dei programmi che personalmente uso molto spesso (per lavoro o anche solo per chiacchierare con gli amici) è Skype.

Vediamo come installarlo sul nostro Ubuntu 8.04:

Apriamo il terminale e procediamo per aggiungere i repository per skype, per farlo, digitiamo:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

e alla fine di tutto ciò che è scritto (nella pagina che si aprirà dopo il comando precedente) aggiungiamo:

#Skype
deb http://download.skype.com/linux/repos/debian/ stable non-free

Salviamo il documento e chiudiamo, aggiorniamo ora apt digitando da terminale:

sudo apt-get update

Infine installiamo Skype:

sudo apt-get install skype

Abbiamo così terminato l’installazione di Skype sul nostro sistema. Ricordate però che Skype non è un software free e nemmeno un Open Sources (questo vi può interessare se seguite linearmente la filosofia dei sistemi GNU/Linux e dell’Open Sources).

Arrivate da Windows (XP?) e eravate abituati ad avere il programmino facile facile che vi reperiva e vi scaricava i file da YouTube? Oppure necessitate semplicemente di scaricarne uno? O ancora meglio, di convertirlo?

PyTube è la risposta a tutti i succitati quesiti!

Pytube è in grado di cercare, scaricare, convertire ed editare i video che potete visualizzare su YouTube, ma non solo! PyTube è scritto in Python e possiamo installarlo con estrema semplicità su Ubuntu 8.04!

Come consuetudine, installeremo il programma dal terminale, apriamolo dunque (Applicazioni –> Accessori –> Terminale) e inanzitutto aggiungiamo i repository da qui scaricare PyTube, digitiamo quindi nel terminale:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

Vi si aprirà una finestra di editor di testo (gedit) aggiungere alla fine di tutto ciò che c’è scritto queste righe:

#PyTube

deb http://www.bashterritory.com/pytube/releases/

Salvate il file e chiudetelo, dopodiche aggiornate apt digitando da terminale:

sudo apt-get update

Ora installate PyTube con il consueto:

sudo apt-get install pytube

Ora possiamo aprire PyTube dal percorso:

Applicazione –> Audio e Video –> PyTube Multimedia Converter

L’interfaccia “friendly user” vi faciliterà l’utilizzo fin dalla prima volta, se l’interfaccia invece non vi comunica niente, chiedete pure 😉

yuzo @ PyTube, Ubuntu 8.04 Hardy Heron

ADD: è un mese che sono in attività 😛 spero sia stato un po’ utile e spero che lo sarò sempre di più!

Deluge: client Torrent

maggio 19, 2008

Deluge è un Open Source sviluppato principalmente per ambiente Gnome, scritto in Python e GTK+; esso funziona, oltre che sugli OS GNU/Linux, anche su Windows e Mac OS X.

Deluge si rivela completo in quanto offre molte risorse che in altri programmi della categoria sono offerti come “plug-ins”. Ultimamente è stato integrato un piccolo browser per la ricerca dei sorgenti Torrent.

Vedremo ora come installare Deluge (svn):

inanzitutto apriamo il terminale e installiamo le necessarie dipendenze:

sudo apt-get install g++ make python-all-dev python-gnome2-extras python-all python-dbus python-gtk2 python-notify librsvg2-common python-xdg python-support subversion libboost-dev libboost-thread-dev libboost-date-time-dev libboost-filesystem-dev libboost-serialization-dev libssl-dev zlib1g-dev

Una volta terminata questa installazione, spostiamoci all’interno della nostra home (cd /home) e scarichiamo l’ultimo trunk svn:

svn co http://svn.deluge-torrent.org/trunk deluge

ora, spostiamoci nella cartella di deluge e installiamo il programma:

cd deluge

python setup.py build

sudo python setup.py install

Abbiamo già finito! Come tutte le versioni svn è semplicissimo aggiornarlo, basta spostarsi all’interno della cartella deluge (cd /home/$nomeutente/deluge) e inseriamo i seguenti comandi:

svn up

make clean

python setup.py build

sudo python setup.py install

yuzo @ Deluge, Ubuntu 8,04 Hardy Heron.

ADD: per assegnare un file a deluge, clicchiamo con il tasto destro del mouse e se nella lista vediamo già “apri con deluge” clicchiamoci, altrimenti clicchiamo su “apri con altra applicazione”; ora, se troviamo nel elenco deluge, clicchiamoci sopra, altrimenti aprite la tendina “Usare un comando personalizzato” e inserite:

/usr/bin/deluge

e clicchiamo infine su apri.

Possedete un account MSN ma non sapete come parlare con i vostri contatti?

Avete provato pidgin ma non vi soddisfa appieno?

Su Ubuntu ci sono diversi programmi clone di MSN Messenger di Windows, quello che proporrò di seguito è quello che attualmente uso ed è: Emesene

Storicamente nato da poco, è un progetto in pieno sviluppo, non è vero che è più povero di funzioni rispetto ad aMsn ed è decisamente più veloce del sopraccitato.

Di seguito l’installazione basilare di emesene, se volete installare emesene SVN scorrete la pagina fino a che non trovate la fine della prima installazione, di li in giù è dedicato a emesene svn)

Per installare Emesene dobbiamo però installare i repository da qui scaricarlo, quindi apriamo il terminale (Applicazioni –> Accessori –> Terminale) e digitiamo:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

si aprirà cosi un file di testo, andiamo in fondo ed inseriamo:

# Emesene [www.emesene.org]

deb http://apt.emesene.org/ ./

deb-src http://apt.emesene.org/ ./

salviamo il documento e chiudiamo. Recuperiamo quindi il terminale e digitiamo:

sudo apt-get update

quando a finito il processo digitiamo:

sudo apt-get upgrade

e infine (una volta terminato il precedente processo) digitiamo:

sudo apt-get install emesene

Abbiamo installato emesene! (1st way to install)

Vediamo ora come installare emesene SVN
Installare emesene SVN vuol dire poter essere sempre aggiornati sulle ultime novità che vengono rilasciate dagli sviluppatori.
Per installare l’SVN dobbiamo aver installato subversion (con hardy lo troviamo nei repository ufficiali), digitiamo quindi da terminale:

sudo apt-get install subversion

dopodichè scarichiamo l’ultimo trunk svn disponibile, per farlo digitiamo da console (terminale):

svn co https://emesene.svn.sourceforge.net/svnroot/emesene/trunk/emesene emesene

Una volta fatto questo passo siamo a metà dell’opera; dobbiamo solo creare un icona d’avvio nel menù principale, quindi digitiamo:

sudo gedit /usr/share/applications/emesene.desktop

si aprirà dunque un documento di testo vuoto, scriviamo all’interno:

[Desktop Entry]
Encoding=UTF-8
Name=Emesene
Comment=Client MSN scritto in Python
Exec=python /home/$username/emesene/Controller.py
StartupNotify=false
Terminal=false
Type=Application
Categories=Applications;Network;
Icon=/home/$username/emesene/themes/default/icon48.png

al posto di “$username” inserite il vosto nume utente (nel mio caso sarebbe “yuzo” nel vostro non lo so ;)). Salvate il documento e chiudetelo.

Ogni qual volta che volete aggiornare emesene (solo con svn) digitate dal terminale (prima sudo su, in modo da avere i permessi):

cd /home/$username/emesene

(sostituite come al solito “$username” con il vostro nome utente)
dopodichè digitate:

svn up

Abbiamo installato emesene svn! (2nd way to install)

Provatelo, le cose che non funzionano sono pochissime (vidoconferenze, audioconferenze, ma non ne sono molto sicuro, come ho detto è un progetto in pieno sviluppo, quindi è probabile che ora siano abilitate).

yuzo @ emesene, Ubuntu 8.04 Hardy Heron

ADD: emesene lo potete provare, oltre che su Hardy, anche sulle precedenti distro di Ubuntu!